Qual’è il modo migliore per affrontare una malattia?

Qual’è il modo migliore per affrontare una malattia?
Partiamo dal concetto che una malattia seria spaventa chiunque, a prescindere dal carattere e dalla famiglia di origine. Si tratta di un vero e proprio trauma che lede la propria identità; se prima ci sentivamo imbattibili, intoccabili rispetto alle notizie che sentiamo alla tv, quando arriva una diagnosi che non avremmo mai voluto sentire, la vita si stravolge e cambia per sempre, e non solo quella del malato, ma anche quella dei familiari più intimi.
Le ricerche, numerosissime, descrivono le varie fasi: rabbia, negoziazione, depressione, accettazione; altri aggiungono altre cose, ma non è questo il punto, non è con la descrizione che si affrontano le cose, ma con le strategie. Quindi mi baserò sull’esperienza che ho maturato in 10 anni di reparti ospedalieri per darvi 5 consigli che possono aiutarvi ad affrontare una malattia. 
1) ⚔️ Combattere.  ⚔️ Combattere è il miglior modo per sopravvivere, lasciarsi andare il miglior modo per precipitare nel baratro. Avere un atteggiamento combattivo è il primo passo.
2) ⛔️ Resistere alla tentazione di leggere su internet tutti i forum dei pazienti. Nei forum scrivono all’80% le persone che se la stanno passando molto male, chi sta bene che motivo avrebbe di scrivere sui forum? Una spirale di negatività che risucchierebbe chiunque e alimenta pensieri ossessivi ansiogeni. Non avete bisogno di queste cose.
3) 💪 Circondarsi di persone positive supportive. La qualità di vita di chi ha una malattia migliora nettamente se accanto a lui c’è qualcuno che gli vuole bene e gli sta accanto senza essere una presenza ingombrante e scomoda. Ricordo una mia paziente che fece una chemio devastante a Milano, sempre accompagnata da un’amica. Il ricordo di quei momenti sarebbe stato molto peggiore se avesse dovuto affrontare tutto da sola.
4) 👙Non trascurare mai le cose che ti piacciono 🍦. Tu esisti al di là della malattia. Continui a essere una persona, non un’etichetta diagnostica. E’ importantissimo che coltivi a vivere come persona al massimo delle tue capacità, per non trasformarti in una malata degenerativa senza nome, ma solo un numero di cartella.
5) 👨🏼‍⚕️Se senti che non ce la fai nonostante tutto, affidati a uno psicoterapeuta di comprovata esperienza, empatia, capacità👩‍⚕️. Fai squadra con lui e chiedigli di tirarti fuori dalle sabbie mobili. Fa la differenza come fare nuoto libero e affidarti a un insegnante di nuoto che ti dà tecniche, esercizi, ti motiva, ti ascolta, ti insegna a nuotare e nuota con te. 🏊‍♂️
Scrivo ricordandomi delle tante persone che ho accompagnato, col pensiero e col cuore sono con loro
#malattia #psicologo #psicoterapeuta #elaborazione #traumi #lutto